ARCHIVIO | 6 ARTICOLI

Cronaca di una legge elettorale europea annunciata


Ci sono passaggi, in un percorso di integrazione politica, che rappresentano un punto di svolta. Il voto dello scorso 3 maggio durante la seduta plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo potrebbe essere uno di questi. Il Parlamento, infatti, ha approvato una risoluzione sulla proposta di regolamento relativa all’elezione dei suoi membri, prospettando, per la prima volta in concreto, uno spazio politico europeo caratterizzato dalla presenza di una circoscrizione paneuropea.


A proposito della partecipazione dei cittadini UE residenti in Italia alle elezioni amministrative


Nelle recenti elezioni amministrative non risulta si sia prestata particolare attenzione al voto dei cittadini dell’Unione europea residenti in Italia. Eppure la norma che attribuisce ad «ogni cittadino dell’Unione residente in uno Stato membro di cui non è cittadino» il diritto di voto e di eleggibilità «alle elezioni comunali nello Stato membro in cui risiede, alle stesse condizioni dei cittadini di detto Stato» (art. 22 TFUE) è stata introdotta quasi 30 anni fa.


Le tutele sociali nel Regno Unito dopo la Brexit


Lo scritto analizza il nuovo quadro di tutele sociali per i lavoratori europei nel Regno Unito a seguito di Brexit. In primis, si passano in rassegna le protezioni per i cittadini/lavoratori europei. In secondo luogo, si esaminano le prospettive di conservazione del patrimonio sociale europeo nell'ordinamento giuridico britannico e di mantenimento degli standard sociali imposti dalla Carta sociale europea, giunta al sessantesimo anniversario della sua adozione. 


IMU agevolata per gli italiani all'estero: prosegue l'infrazione contro l'Italia


É approdata dinanzi alla Corte di giustizia la procedura d’infrazione avviata nei confronti dell’Italia per aver applicato ai cittadini italiani emigrati all’estero un trattamento di favore, in materia d’imposta di registro immobiliare, in presunta violazione dei principi “comunitari” di non discriminazione e libera circolazione di capitali tra Stati membri. Dalla ricostruzione della normativa nazionale, pochi paiono essere gli spiragli in favore di un esito positivo della procedura per l’Italia.


Giudici senza frontiere: prospettive del modello di tutela extraterritoriale dei diritti climatici


Il post ripercorre gli argomenti principali di BVerfG, 24 marzo 2021 – 1 BvR 2656/18 nella parte in cui decide un ricorso di un gruppo di stranieri residenti in Asia che lamentano la lesione dei loro diritti fondamentali per l’insufficiente azione della Germania nella lotta ai cambiamenti climatici. L’ammissibilità di una simile azione giudiziaria rappresenta un dato d’interesse per gli studiosi della giustizia costituzionale europea poiché ne mette in luce una potenziale dimensione transnazionale a cui, in genere, non si pensa.


Conferenza sul Futuro dell’Europa: la tua voce conta!


Il 9 maggio in occasione della Festa dell’Europa si è tenuta la cerimonia inaugurale della Conferenza sul Futuro dell’Europa. Nel suo intervento, la Presidente von der Leyen ha richiamato lo spirito dei padri fondatori, sottolineando come la Festa dell’Europa rappresenti un’occasione per riscoprire ciò che ci tiene insieme: “siamo più audaci quando ci poniamo per la prima volta un obiettivo ambizioso o dobbiamo agire per necessità spesso senza competenza o precedenza. Questa è l'Europa che raccoglie la sfida. L'Europa che lo fa e basta, perché deve essere fatto”.


Execution time: 95 ms - Your address is 44.200.25.51 ngx