ARCHIVIO | 2 ARTICOLI

Il pass sanitario scannerizzato dal Conseil constitutionnel


Il Consiglio costituzionale francese ha dichiarato il pass sanitario conforme alla Costituzione, fatta eccezione per due disposizioni: una riguardante la risoluzione anticipata dei contratti di lavoro a tempo determinato, l’altra relativa all’isolamento di chi risulti positivo al test di accertamento. Nonostante le due censure, il Conseil conferma il suo orientamento giurisprudenziale in materia di crisi sanitaria nel privilegiare l’obiettivo costituzionale di protezione della salute rispetto ad altri diritti e libertà.


Un “certificato COVID” per circolare liberamente nell’Unione europea


Le Istituzioni europee sono attualmente impegnate nella disciplina di un certificato vaccinale o, meglio, di un attestato sul COVID-status delle persone, che consenta di coniugare l’esercizio della libertà di circolazione con la tutela di altri diritti di fondamentale rilievo, quali la salute – le esigenze della cui protezione sono risultate sino a ora predominanti – e la privacy. Nonostante le molteplici difficoltà che ne stanno caratterizzando le dinamiche di acquisizione e somministrazione, la diffusione dei vaccini induce infatti a sperare che le restrizioni alla libertà di circolazione possano essere allentate grazie all’innalzamento del livello di immunità.


Execution time: 89 ms - Your address is 54.211.101.93 ngx